12.12.2011
COLD, TROUBLES AND CHANEL

Premising that the ones who use to read my blog, already know that I'm a kind of reserved blogger and I don't use to share all what happens in my life on the blog (except things regarding fashion and similar, of course) I advise you that I'm about to tell you something that is happening to me in those days.
I apologize in advance if I'll bore you and I give you the authorization to stop reading and leave my blog (oh, I'm so damn easygoing, I know).
Well, now I start telling you what's happening to me.
Due to malfunction to my apartment's gas system I've been forced to call the technician of my gas provision (I don't say the company name because I'm a kind girl) and they interrupted all the service without helping me to solve the problem.
Considering that it's december, I have to study hard for my last university exam, write millions of articles and work on my graduation thesis, this is not a cool event at all.
I've been forced to pack my stuff and move to my dear mum's home with my beloved and our doggies.
The "nice" technicians missed two appointments in which they should come to my apartment and reconnect our gas system, forcing us to change all our work programs in the vain hope to hear them knocking at our door to give us back the heat.
Now I come to the point, sorry.
I don't know where do you live, but I assure you that here, it's very very cold.
I'm constrained to get by millions of commitments spending my days around the city freezing myself, without the possibility to reach my home office (the blog and the rest of my journalism works are suffering for that too).
Since those "kind" sirs are giving me troubles and making me freezing, I ask cordially them to compensate me with a super warm total look from autumn/winter 2011-2012 Chanel collection.
Obviously, together with my letter of comlplaint, I'll present that request and I beg Mr. Lagerfeld to underwrite it.
Because if I have to live like a clochard, at least let me do it wearing Chanel.


Premettendo che chi legge il mio blog già sa che sono una blogger piuttosto riservata e che evito quasi sempre di raccontare i fatti miei (a meno che non si tratti di moda e affini), mi accingo a rendervi partecipi degli avvenimenti degli ultimi giorni.
Mi scuso in anticipo se vi annoierò e vi concedo di uscire dal blog (come sono accomodante, io).
Bene, ora vi spiego.
A causa di un malfunzionamento del mio impianto gas, sono stata obbligata a chiamare i tecnici della fornitura (non faccio nomi per essere cortese) e mi sono vista troncare di netto l'allacciamento con conseguente spegnimento di gas, riscaldamento, acqua calda.
Considerato che siamo a dicembre, che ho l'ultimo esame da dare all'università, milioni di articoli da scrivere e una tesi sulla quale lavorare, non è stato proprio un simpatico accadimento.
Mi sono vista costretta a fare le valigie e trasferirmi assieme alla mia dolce metà e alle nostre cagnoline a casa della mia cara mamma.
I simpatici tecnici hanno già mancato due appuntamenti nei quali dovevano venire a riallacciarci il gas, costringendoci a rivedere tutti i nostri appuntamenti lavorativi nella vana speranza di sentirli suonare il campanello per ridare calore al nostro appartamento.
Ora arrivo al punto, perdonatemi.
Io non so dove viviate voi, ma qui, vi assicuro, fa proprio freddo.
Sono costretta a barcamenarmi tra i mille impegni passando le giornate in giro per la città congelandomi, senza poter accedere alla mia postazione ufficio in casa (anche il blog e il resto dei miei lavori di giornalismo ne risentono).
Visto che i gentili signori in questione mi stanno facendo tribolare e avere un principio di congelamento, chiedo cordialmente di essere ripagata della mia pazienza con un caldissimo total look Chanel dalla collezione autunno/inverno 2011-2012.
Naturalmente assieme al mio reclamo, presenterò tale richiesta che prego il signor Lagerfeld di sottoscrivere.
Perché se proprio devo vivere come un clochard, che almeno lo faccia vestita Chanel.


Ph via Vogue.it

2 comments:

economistapercaso said...

giusto! quasi quasi, c'è da augurarsi che lo stacchino anche a me!!! ;-)

Arstcrylique said...

Se davvero mi rimborsassero così, allora certo che sì!

Sara Ottavia C.